Ehy!

7 Dicembre 2006 23 commenti


Buon weekend…
E un piccolo regalo multimediale per tutti:

Vi prego guardatelo!!!

E…colonna sonora imperdibile!

Pump up the valium…

5 Dicembre 2006 30 commenti


Sonnolenza
in questa mattina tiepida e silenziosa.

Tutto si muove a rilento.

Manichini di pelle
con occhi chiusi effetto valium.

Io sono appena tornata da Bologna.

Bel concerto quello dei Muse.
Bello davvero.

Anche se…
1)Ho perso il volo del rientro…
2)La carta d’identità era scaduta…
3)Ho dimenticato i biglietti del concerto a casa
indi per cui li ho dovuti ricomprare…

Allora voi tre:
Si dico a voi!

Manzo, Auana e Al.

Posate quella bambolina.
Posatela!!!
E smettetela di infierire con quegli spilloni.

Il vodoo è out!:)


Colonna sonora.

Il diavolo veste Zara.

29 Novembre 2006 50 commenti


Basta con le bambole.

Adesso è il momento
di tirar fuori pugni di ferro
e guanti di velluto…

Mi sento come la Maria Antonietta super-chic
del film di Sophia Coppola…
Nobile e ribelle,
Delicata e forte…

E se lei vestiva Dior…
Il diavolo,
nella migliore delle ipotesi,
veste Zara.

Sono energia pura.

Perchè?

Perchè il mio pianeta è Marte,
il mio segno è il fuoco
e la mia pietra è lo smeraldo.

Però mai scordarsi che,

come sostenevano gli dei,

l’energia è nulla senza controllo.

Insomma la solita teoria del
miele e del fiele…
Bisogna saper miscelare perfettamente
le due componenti
per non risultare stucchevoli…
o, al contrario, eccessivamente aggressivi…

Come diceva mia nonna,
una donna, in età adulta, deve diventare 6 persone
per essere completa:
madre, amica, sorella, figlia,
segretaria e puttana(nel senso buono).

Ma poi, ho compreso,

Basta darla!

Non è un consiglio.

E’ un divieto
:)

Colonna sonora

I’m singin in da green…

27 Novembre 2006 22 commenti


Verde.
Acido.

Come tutto quello che ho intorno.
Come questo lunedì di sole…
fuori da ogni previsione.

Oro e miele.

Cielo limpido
per un natale tropicale.

Farfalle di ghiaccio
e gocce di profumo.

Caramelle con l’involucro arancio
sbriciolate sull’asfalto come schegge di cristallo.

Inverno estivo
e tutto sottosopra.

Ma in fondo è divertente.
Come la colonna sonora che vi propongo.

Colonna sonora

DubbiO

21 Novembre 2006 28 commenti


Beh…
Niente New York.

Ho bisogno di un consiglio…
che dite
Mare Tropicale o Montagna Nevosa?

Quando torno dallo shopping
voglio trovare le risposte…

Capito???

Fatti.
Non pugnette.

Colonna sonora

DesideriO.

21 Novembre 2006 30 commenti


Oggi vorrei essere a New York.

Giusto un attimo.

Toccata e fuga.

Colonna Sonora

Acida.

16 Novembre 2006 20 commenti


Senza fiato.
Senza bronco.

Tu sei ritornata
ma io ti stronco.

Se ti lascio in faccia
i segni del saldatore
so che capirai…

io non ti serberò rancore.

Queste parole
nella testa
centrifugate,
asciugate
e perfino stirate.

Hanno l’ironia acida giusta
per descrivere

un momento

una persona.

Per dare il giusto peso
a qualcuno che non vive la sua vita
scimmiottando la mia.

Che non ha stile
e cerca di assorbirlo.

Non vuole amici
ma cerca comprensione.

Nessuna bontà
e morbosità soffocante.

Agisce con perfidia
invadendo le ore altrui
con vendette da teen-ager.

Anonima.
Inutile.
Triste.
Come le sue telefonate.

La vigliaccheria
è troppo ingombrante.

Anche se si tenta di nasconderla
sarà sempre possibile scorgerne la coda.

Sono un pianeta in orbita.

9 Novembre 2006 21 commenti


Hey folks!
Here we are.

Mille cose da fare,
da pensare,
da capire.
Ehhh già…donna in corriera.

Eppure hai sempre la sensazione
che agli occhi degli altri
sei buona solo a fare la calzetta…
o forse neanche quello.

E poi c’è sempre lei che mi perseguita:
LA MALA EDUCACION!!!

Sempre tutti pronti con l’ascia di guerra…
ma cos’ha la gente?
E vai affanculo di qua…
E stronzo di là…
Ma basta!
Ma vacci tu a cagare…
Y tu mama tambien!

Mi sento un pianeta in orbita
che sbatte in ogni dove…
rimbalzando…

E RIMBALZA CHE TI RIMBALZA…
TI ACCORGI CHE LA VITA E’ COME UN TEMPORALE…:)

Alf.

3 Ottobre 2006 24 commenti


Ovunque proteggimi.

Carezza di metallo.

27 Settembre 2006 24 commenti


Hai sentito il calore delle mie mani
sul collo
bagnato.

Ora ho per te solo carezze di metallo
senza luce.

Un vortice di risate assordanti
e foto sbiadite che non riconosco.

Ho visto mille perle dentro di me
scivolare una ad una
in un angolo della mia stanza.

Restano lì
al buio.

Ho scoperto me stessa.

Ho visto la mia forza
tatuata nello stomaco.